Labyrinth

Permalink
Permalink
Permalink
Permalink
Permalink
Permalink
Permalink Kalahira, mistress of inscrutable depths, I ask forgiveness. Kalahira, whose waves wear down stone and sand. Kalahira, wash the sins from this one, and set him on the distant shore of the infinite spirit.  Kalahira, this one’s heart is pure, but beset by wickedness and contention. Guide this one to where the traveler never tires, the lover never leaves, the hungry never starve. Guide this one, Kalahira, and she will be a companion to you as she was to me.
Permalink

Silent steps..

Ho costruito qualcosa durante questi giorni in India. Ho trovato persone che mi piacciono, con cui mi trovo bene, che parlano il mio stesso linguaggio. Il cuore mi si stringe a lasciarle, mi si trasforma in burro al pensiero di dovermi trovare solo soletto di fronte al buio, di dover affrontare l’eternità. Ho paura, ve lo devo dire. Cazzo, è tutto più difficile ora. Se fossi rimasto a Roma, chiuso nel mio ventre di vacca, probabilmente sarei scivolato nella fine senza rendermene conto.

Il cancro mi porterà via ma non prima che io abbia schiantato l’orrendo Subotnik e la sua banda. Almeno questo la vecchia nera me lo deve concedere, deve ancora pazientare un pochino.

(Niccolò Ammanti “Branchie”)

Permalink
Permalink
Permalink chaoticfenrir:

Princess Mononoke by ~Yaphleen
Permalink giuliettaw:

Melancolia N.1
Durer
Permalink mindeyed:

“Silence is the sleep that nourishes wisdom”
-Francis Bacon
Permalink whocaresformysoul:

Maurits Cornelis ESCHER, Eye (1946)
Permalink